Chi ha diritto a 5.000 e 1.500 euro per creare un e-shop - e-retail

2021__EPIDOSIS-e-Lianiko-01

La presentazione delle domande per l'inclusione degli esercizi commerciali nel programma "e-retail" inizia oggi.

Il sussidio

  • Ad ogni azienda (con partita IVA distinta) verrà assegnato un contributo complessivo fino a 5.000 euro per l'acquisto di attrezzature informatiche e l'implementazione di azioni immateriali (software/servizi), al fine di sviluppare e gestire un e-shop.
  • Se l'azienda (partita IVA distinta) aveva già un negozio online prima del 18/3/2020, allora può essere aggiornata con un contributo fino a 1.500 euro.
  • L'annuncio del programma, con un budget di 80 milioni di euro, è stato essenzialmente "imposto" dalle condizioni causate dalla pandemia, in quanto il grande arretrato delle piccole e medie imprese nelle vendite elettroniche "è venuto a galla". Con il budget attuale, si stima che saranno assistite più di 18.000 imprese del settore, e c'è la volontà politica di stanziare ulteriori fondi se le richieste di sovvenzione supereranno gli 80 milioni di euro.

I beneficiari

  • Possono beneficiare dei finanziamenti le medie, piccole e micro imprese di vendita al dettaglio che hanno un negozio fisico (in un luogo separato dalla propria abitazione), indipendentemente dalla loro forma giuridica, che operano legalmente nel Paese e che si sono registrate presso l'ufficio fiscale competente.
  • Nell'ambito del programma, le imprese si dividono in imprese esistenti, se sono state costituite fino al 30/09/2019, e imprese di nuova costituzione, se sono state costituite dal 1/10/2019 alla data del bando. Oggi 22 febbraio.

Le condizioni

Le condizioni di base per la partecipazione delle aziende che presentano una proposta sono le seguenti:

  • hanno il commercio al dettaglio (codice 47 e relativi codici analitici) come attività principale, nella sede o nella filiale, o come attività con il reddito più elevato.
  • mantenere un negozio fisico di vendita al dettaglio in un luogo separato dalla propria abitazione, cioè un luogo commerciale che accoglie e serve i clienti,
  • l'esercizio dell'attività ammissibile presso la sede e/o le filiali della società è stato sospeso per almeno un giorno tra mercoledì 18 marzo 2020 e il giorno successivo,
  • le società esistenti hanno una diminuzione del fatturato di almeno 20% nel 4° trimestre dell'anno 2020 rispetto al corrispondente trimestre dell'anno 2019.

Per le start-up, la riduzione sarà considerata pari a 100% del loro fatturato.

  • presentare una proposta di investimento per ogni HTM.
  • l'importo totale degli aiuti "de minimis" ricevuti dall'impresa in passato, compresi gli aiuti derivanti dalla presente misura, non supera i 200 000 EUR nell'arco dei tre anni (l'esercizio finanziario in corso e i due esercizi finanziari precedenti) che precedono la data di adesione della proposta.
  • soddisfano le condizioni per l'applicazione del Reg. 1407/2013 (De Minimis) come indicato nell'Allegato VI del presente documento.
  • non sussistono motivi di esclusione ai sensi del comma 1 dell'articolo 40 della legge n. 4488/2017 (A' 137) (imposizione di ammende per violazioni della legislazione sul lavoro)
  • non abbiano un ordine di recupero pendente nei loro confronti per precedenti aiuti di Stato illegali e incompatibili basati su una decisione dell'UE o della CGUE.

Le eccezioni

Si noti che non sono ammesse a presentare una proposta le imprese che fanno parte di una rete di distribuzione uniforme di prodotti o servizi già organizzata e che operano in base a contratti pertinenti di licenza di diritti di proprietà intellettuale, di solito relativi a marchi o titoli distintivi e know-how per l'uso e la distribuzione di beni o servizi (ad esempio, franchising, shop-in-shop, rete di agenzie, ecc.

I costi ammissibili

I costi ammissibili del programma si suddividono in due grandi categorie, ovvero apparecchiature informatiche e software, e sono i seguenti:

  • Attrezzature informatiche (solo per i nuovi negozi online)
  • Server (server) per l'hosting delle applicazioni - software necessario per la creazione/aggiornamento e il funzionamento dell'e-shop, con i relativi componenti (tastiere, schermo, ecc.) e il sistema operativo necessario.
  • Computer (Desktop/Laptop)
  • Altre attrezzature tecnologiche relative alla creazione/aggiornamento e al funzionamento dell'e-shop (ad esempio, apparecchiature di rete, lettori di codici a barre, stampanti, ecc.)
  • Non sono ammissibili le spese per l'acquisto di tablet, telefoni cellulari e televisori.
  • Software
  • Servizi di progettazione, sviluppo e gestione dell'e-shop, che opererà in 2 lingue e in un ambiente per dispositivi mobili - versione mobile responsive o versione mobile dedicata - e comprenderà l'ordinazione (carrello), il magazzino (quantità di articoli) e i pagamenti elettronici sicuri (reindirizzamento all'ambiente bancario).
  • Anche l'acquisto di software sotto forma di Software as a Service (SaaS) è una spesa ammissibile, a condizione che sia necessario per il funzionamento dell'e-shop.
  • Sviluppo e/o certificazione di una politica di sicurezza digitale.

Il team di esperti di EPIDOSIS è al vostro fianco in ogni attività commerciale e si impegna ad aiutarvi in ogni vostra mossa.

Possiamo occuparci dell'applicazione per la vostra azienda e avere come pilastro principale la personalizzazione dei nostri servizi per aiutarvi in ogni aspetto del business.

Per maggiori informazioni e proposte personalizzate, potete contattare direttamente il team di esperti di EPIDOSIS chiamando a 210 2206611 per i nostri uffici di Atene e di 2310 477725 per i nostri uffici di Salonicco o compilando il modulo di contatto sottostante.

Lascia un commento

Devi essere loggato per inviare un commento.
preferenze sulla privacy
Quando visitate il nostro sito web, il vostro browser può memorizzare informazioni per vari servizi, di solito sotto forma di cookie. Qui potete modificare le vostre impostazioni sulla privacy. Si ricorda che il blocco di alcuni cookie può comportare una riduzione delle funzionalità del sito web.